Yoga stile Ashtanga

Questo corso di yoga con Cristina De Magistra segue lo stile Ashtanga.

L’Ashtanga Yoga è una delle forme di yoga più amate al mondo e prevede una combinazione di esercizi di respirazione e posture da eseguire in serie e in sequenza. I benefici di questa disciplina sono notevoli:

  • Ristabilisce il respiro naturale e l’equilibrio psico-fisico
  • Migliora la circolazione del sangue, il sistema nervoso, il sistema digestivo e il sistema respiratorio
  • Rafforza il corpo, le articolazioni e la colonna vertebrale
  • Alleggerisce il corpo
  • Tonifica i muscoli e i tendini
  • Combatte lo stress, il mal di schiena, i dolori al collo, migliora stati depressivi e ansiosi
  • Aumenta la concentrazione
  • Dona forza, vigore e una mente equanime

L’insegnante  vi guiderà posizione per  posizione, con attenzione particolare al respiro, ovvero il “direttore d’orchestra”, con approfondimenti e varianti al fine di rendere la lezione adatta a tutti, creativa, divertente, armoniosa ma sempre nel rispetto della sequenza così come è stata tramandata.

Il vostro corpo diverrà forte e leggero e vi sentirete più connessi al mondo circostante, ottenendo una meravigliosa pace interiore.

32202825_10208936594970567_7473543459282878464_n

Quali sono le origini dell’Ashtanga Yoga? Fatto conoscere al mondo da Pattabhi Jois, questo stile venne sviluppato dal guru Sri Krishnamacharya, nel 1924.

Ma cos’è l’Ashtanga Yoga? La parola “Ashtanga” vuol dire “8”, numero che fa riferimento agli 8 rami dello yoga :

  • Yama: le astinenze, il controllo delle tendenze negative
  • Niyama: i precetti
  • Āsana:  le posizioni che si effettuano
  • Prānāyāma: il controllo del respiro e, dunque, gli esercizi di respirazione
  • Pratyahāra: il raccoglimento dei sensi
  • Dhārana: la concentrazione, che serve durante l’esecuzione dei vari esercizi
  • Dhyāna: la meditazione
  • Samādhi: l’assorbimento della coscienza nell’assoluto

 

L’Ashtanga Yoga si basa su 6 serie, ovvero delle sequenze in cui gli āsana seguono un ordine esatto.

Tutte le serie hanno in comune la respirazione sincronizzata con il movimento del corpo, ovvero Vinyāsa: la respirazione è di fondamentale importanza, in quanto collega le varie posizioni le une con le altre, in modo tale che la mente sia concentrata e rivolta alla pratica, giungendo ad una consapevolezza maggiore. La prima serie denominata Yoga Chikitsa è in grado di generare un intenso calore, scioglie i muscoli e conduce a notevoli benefici per la salute di corpo, mente e spirito. La seconda serie di Ashtanga Yoga è chiamata Nadi Shodhana. In questo caso, le sequenze e le posture  sono simili alla prima serie, ma lavorano più in profondità: questa serie può essere praticata solo dopo aver imparato perfettamente la prima; mentre, per quanto riguarda le serie avanzate, queste richiedono una forza e flessibilità notevole che è possibile acquisire solo grazie alle prime due serie e dopo molti anni di pratica.

Altrettanto importante è l’uso corretto di Drsti e Bandha. Cosa vogliono dire? Il primo termine riguarda la funzione di fissare lo sguardo in un determinato punto: si tratta, dunque, di dove si punta il proprio sguardo durante l’esecuzione di ogni posizione, per incanalare la forza vitale verso l’interno e non disperdere energia all’esterno. La seconda parola, invece, si riferisce alle contrazioni fisiche volontarie, che interessano determinati gruppi di muscoli.

 

400x400--

 

L’Ashtanga Yoga è una pratica riservata ad una sola élite di persone?

“Questo stile può essere plasmato sulle caratteristiche personali di ogni individuo. Ho lavorato con persone differenti, sia atleticamente preparate sia con persone con limitazioni alla mobilità e  ho imparato che, per svolgere un lavoro attento, sono necessari un occhio creativo, una buona conoscenza dei principi su cui poggia la biomeccanica del corpo, empatia e  un cuore ricettivo.”

 

 

 

 

 

 

b84312db-bd27-418d-83c4-3e110fe97787a5437913-ff48-4de6-b2e2-b7992a91487e9220523f-4887-4d15-a15d-be73d2498ff6400x400400x400profilo

 

 

 

 

bacf413b-57cf-44b3-b3f0-1afba7f6c7e56f756fcc-73c3-42ee-bbf1-d2b02374c6018ac1d983-67db-4535-80df-a6c017e8688b0a75f198-96d9-45b6-a4bf-7b1a1345d5ed983994_10206614951330927_3242299495736600082_n

 

 

400x400

inizio collaborazione settembre 2019 Cristina De Magistra , laureata in Psicologia, Master in Training Autogeno e Mental Trainer per atleti, da 11 anni si dedica completamente all’insegnamento dello Yoga ma segue anche un percorso di specializzazione in psicoterapia breve-strategica. Inizia a praticare meditazione all’età di 18 anni e poi yoga durante la gravidanza nel 2001. Il primo approccio è Iyengeriano